domenica 1 marzo 2015

PRIMARIE PD, seggi aperti in Campania. Saviano: non andate a votare

NAPOLI - Sono stati aperti i seggi in Campania per il voto delle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato alla Presidenza della Regione nelle prossime elezioni di maggio. I candidati sono tre: Andrea Cozzolino e Vincenzo De Luca del Pd e Marco Di Lello del Psi. Nell'ultima settimana due candidati si sono ritirati: Gennaro Migliore (Pd) e Nello Di Nardo (Idv). In Campania i seggi sono 606 e sono 3600 i volontari che permetteranno lo svolgimento delle operazioni di voto. In regione c'è anche un funzionario inviato dal Pd nazionale da Roma per vigilare sulla correttezza delle votazioni. I seggi resteranno aperti fino alle ore 21. Poi le urne sigillate con le schede cominceranno ad affluire verso le Terme di Agnano, a Napoli, dove verrà effettuato lo spoglio. Il voto è gratuito per gli iscritti ai partiti della coalizione, mentre tutti gli altri che vorranno esprimere la loro preferenza alle primarie dovranno versare due euro al momento del voto. 

"Domani alle primarie Pd in Campania non andate a votare. Questo il mio consiglio. I candidati sono espressione della politica del passato. Queste elezioni saranno determinate da voti di scambio". É l'invito che lo scrittore Roberto Saviano ha postato ieri sera su Facebook, alla vigilia della primarie del PD in Campania. Nel post, Saviano allega anche un video nel quale spiega, nel particolare, le ragioni di questo appello. "Pacchetti di voti - prosegue Saviano - sono pronti ad andare a uno o all'altro candidato in cambio di assessorati. In più saranno determinanti gli accordi con Cosentino. Le primarie avrebbero dovuto essere strumento di apertura e partecipazione, ma così non è stato (vedi il caso Liguria). Sino a quando non esisteranno leggi in grado di governarle, saranno solo scorciatoie per gruppi di potere. Non legittimiamole, non andate a votare", conclude l'autore del bestseller Gomorra.
Posta un commento