giovedì 19 marzo 2015

ROMA, ore decisive per il ministro Lupi: pressioni perché se ne vada

Maurizio Lupi
ROMA, 19 marzo - Sono ore decisive per il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi.Oggi a Palazzo Chigi c'è stato un vertice tra il premier Matteo Renzi, lo stesso Lupi e il ministro Alfano, secondo quanto si apprende da fonti centriste.
Venerdì Lupi farà la sua informativa alla Camera. Informativa di cui si sarebbe parlato anche nella riunione di questa mattina a Palazzo Chigi.  In quella occasione, si ragiona nella maggioranza, il ministro potrebbe spiegare la situazione e difendersi e poi anche annunciare le dimissioni. E un pressing in tal senso sarebbe in corso, anche se - spiegano le medesime fonti- il ministro delle Infrastrutture non avrebbe ancora deciso sul da farsi, starebbe riflettendo.
La mozione di sfiducia al ministro Maurizio Lupi sarà votata martedì alle 16 alla Camera. Lo ha deciso la Conferenza dei capigruppo, secondo quanto si apprende. La richiesta di informativa del ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, alla Camera, nel corso della Capigruppo è stata ritirata dalle opposizioni per accelerare il voto sulla mozione di sfiducia ma la maggioranza ha poi chiesto lei l'informativa:"evidentemente ha già sfiduciato Lupi", afferma Arturo Scoppo, capogruppo di Sel. La scelta della maggioranza di mantenere la richiesta di informativa per il ministro Lupi, viene spiegato, sarebbe stata fatta in coerenza anche con quanto chiesto dallo stesso ministro. L'informativa comunque non prevede alcun voto.
"Abbiamo risposto sollecitamente alla richiesta di un'informativa del ministro Lupi, inspiegabilmente ritirata dalle opposizioni, in un'ottica di trasparenza e coerenza", rileva il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi sulla richiesta di informativa di Lupi domani alla Camera, mantenuta in capigruppo, dalla maggioranza.
"Il governo ha mostrato ampia disponibilità prima con il Question Time, poi con l'informativa. Il ministro Lupi riferirà al Parlamento, che è la sede preposta a questa discussione, e i gruppi dopo averlo ascoltato avranno modo di formarsi una propria idea e di valutare autonomamente", ha detto il ministro Boschi, interpellata alla Camera.
Maurizio Lupi valuti un passo indietro. A chiederlo è il vice presidente della Camera Dem Roberto Giachetti in una intervista alla Stampa. "Se è innegabile che non vi sia al momento un problema giudiziario - ragiona - ciò non vuol dire che non vi sia un problema di etica politica". "Lupi quindi si dovrebbe dimettere per dare l'esempio che si fa un passo indietro non per una resa, ma per opportunità politica"
Posta un commento