domenica 15 marzo 2015

LAHORE (Pakistan), kamikaze contro due chiese cristiane, 14 morti, 68 feriti


LAHORE (Pakistan) - Due esplosioni hanno ucciso almeno 14 persone nei pressi di due chiese in un quartiere cristiano della città pakistana di Lahore. Almeno 68 persone sono state ferite nelle esplosioni che sono avvenute presso la Chiesa cattolica e la Chiesa di Cristo nella zona di Youhanabad della città, a forte presenza cristiana.
Le esplosioni gemelle hanno avuto luogo in un momento  affollato, con molte persone nella zona che partecipavano alla messa domenicale.
La comunità cristiana del Pakistan è stato spesso presa  di mira dai militanti.Un ramo dei talebani del Pakistan, che si fa chiamare Jamatul Ahrar, ha rivendicato di aver condotto l'attacco.
I testimoni dicono che due attentatori suicidi sono stati responsabili delle esplosioni, avvenute alle porte delle chiese.
Una grande folla si è radunata sul luogo degli attentati, per protestare contro la mancanza di sicurezza.La folla ha anche attaccato e linciato due uomini accusati di coinvolgimento nelle esplosioni.Manifestanti inferociti hanno tenuto quattro poliziotti feriti in ostaggio in un negozio, con l'accusa di aver guardato una partita di cricket, invece di svolgere le loro funzioni al momento dell'attacco.
La folla ha tenuto i poliziotti feriti nel negozio per quasi due ore prima che fossero spostati in ospedale, dove uno di loro è deceduto.
Amir Masih, un testimone citato da Reuters agenzia di stampa, ha detto di aver sentito un'esplosione vicino a una delle chiese.
"Mi precipitai verso il posto e ho visto la colluttazione di una guardia di sicurezza con un uomo che stava cercando di entrare in chiesa," ha detto.L'uomo si è fatto esplodere dopo aver fallito l’ingresso in chiesa.
I cristiani costituiscono meno del 2% della popolazione a stragrande maggioranza musulmana del Pakistan.

Posta un commento