venerdì 23 maggio 2014

Inghilterra, elezioni locali: avanzano gli euroscettici. Olanda-europee, destra solo terza

 
Nigel Farage
LONDRA - In Gran Bretagna esulta Nigel Farage, leader del partito euroscettico Ukip che ha guadagnato un netto avanzamento nelle elezioni locali britanniche, portandosi a casa seggi sottratti tanto ai conservatori del premier, David Cameron, che al Partito Laburista. Dai primi risultati delle elezioni locali svoltesi in concomitanza con le europee, risulta che Nigel Farage ha indebolito la presa del Labour Party nel nord industriale, ha sottratto alcuni municipi-emblema dei Tory e ha fatto collassare i Liberaldemocratici.

Il successo dell'United Kingdom Independence Party, che vuole portare la Gran Bretagna fuori dall'Unione Europea, è destinato ad aumentare la pressione su Cameron e a irrigidire il suo approccio riformista all'Ue. Secondo i risultati parziali arrivati da circa un quarto dei collegi, l'Ukip ha conquistato nuovi seggi in misura maggiore di qualsiasi altro partito.

  
EUROPEE: EXIT POLL OLANDA, LA DESTRA DI WILDERS 'SOLO' TERZA
 In Olanda, dove ieri si e' votato con il Regno Unito per le elezioni europee, il Partito per la Liberta', la formazione di estrema destra e xenofoba di Geert Wilders, avrebbe ottenuto la terza posizione con il 12,7%. Lo riferisce la tv pubblica dei Paesi Bassi sulla base di exit poll condotti da Ipsos.
Se il risultato sarà confermato domenica al termine degli scrutini, Wilders, dato in testa dai sondaggi per mesi, resterà deluso. Davanti in un serrato testa a testa i cristiano democratici del Cda (15,4%) e i progressisti di 'Democratici 66' (15,3%).
Posta un commento