mercoledì 28 maggio 2014

Caserta: il “re delle mele” ucciso sulla A1. Da un altro imprenditore

Gennaro Galdiero
CASERTA - E' morto nella notte, all'ospedale di Piedimonte Matese (Caserta), Gennaro Galdiero, 40 anni, l'imprenditore ortofrutticolo ferito con due colpi di pistola a bordo della sua auto sull'autostradaA1 allo svincolo di Caianello. Galdiero, imprenditore del settore ortofrutticolo, probabilmente è stato avvicinato dal iller, forse in macchina, che ha esploso almeno due colpi di pistola, uno dei quali ha raggiunto il 40enne alla testa, l'altro al torace. Inutili i soccorsi- Già fermato il probabile omicida, un altro imprenditore. Un agguato in piena regola dunque ma che, secondo gli investigatori, fin dal primo momento non sembrava avere una matrice camorristica; ciò era emerso da alcuni dettagli della dinamica, ovvero il fatto che chi aveva sparato non era un professionista e che era stata utilizzata una sola pistola, ma anche la circostanza che Galdiero aveva il finestrino dalla sua parte abbassato, come se avesse parlato con qualcuno prima dell'agguato, mentre solo quello opposto, chiuso, è stato rinvenuto infranto dai proiettili. Il successivo sviluppo delle indagini ha confermato l’intuizione investigativa. Un altro imprenditore, come si è detto,  è stato fermato per l'omicidio. Si tratta di  un imprenditore ortofrutticolo di 52 anni che si è costituito ai Carabinieri di Vairano scalo (Caserta). L'uomo è collegato al consorzio di cui Galdiero era responsabile.

Galdiero era noto in Campania come il "re delle mele" e per aver partecipato a varie trasmissioni televisive in qualità di esperto del settore ortofrutticolo. 
Posta un commento