venerdì 23 maggio 2014

Herat, attaccato il consolato indiano, due terroristi uccisi, uno resiste

HERAT - Due terroristi sul tetto del consolato
HERAT - Le forze di sicurezza escono dal consolato dopo aver ucciso due degli aggressori

HERAT (Afghanistan) - Tre militanti hanno lanciato un attacco prima dell'alba al consolato indiano nella città afghana occidentale di Herat . Il personale del consolato è al sicuro, secondo il ministero degli Esteri indiano.
I militanti, armati di giubbotti suicidi e fucili automatici, hanno aperto il fuoco contro il consolato da un vicino edificio residenziale  circa alle 5:00 ora locale (ore 2:30 in Italia)
Sono subito intervenute le forze di sicurezza e due degli aggressori sono stati uccisi e il terzo sta ancora combattendoasserragliato in un edificio vicino al consolato. Non ci sono perdite inflitte al personale indiano del consolato e alle forze afghane che combattono gli insorti. Sameer Patil, della  Sicurezza Nazionale  ha detto in un comunicato stampa che l'attacco al consolato indiano a Herat segue "una serie di attacchi dei ribelli mirati a strutture diplomatiche indiane in Afghanistan."
"... L'attacco è avvenuto a Herat, che si trova vicino al confine con l'Afghanistan, ed è stata considerata una città tranquilla e sicura fino a data. Tutti gli altri attacchi a interessi indiani in Afghanistan si sono svolte in luoghi più vicini al confine con il Pakistan. "
Patil aggiunge che nessun gruppo ha rivendicato la responsabilità per l'attacco, ma “è probabile che sia stato effettuato congiuntamente dal Lashkar-e-Tayyaba, la rete Haqqani e dai talebani afghani". Inoltre, Patil ha detto che l'attacco arriva dopo una recente uccisione di un soldato dell'esercito indiano che è stato ammazzato sulla Linea di Controllo tra Jammu e Kashmir.

"Quindi, è probabile che attraverso la realizzazione di tale violenza, elementi anti-India in Pakistan intendano testare la determinazione del nuovo governo indiano del primo ministro designato Narendra Modi, sul terrorismo e su come risponde a tali atti di violenza. "
Posta un commento