martedì 28 aprile 2015

ERGASTOLO al comandante coreano del traghetto affondato (300 morti)


Lee Joon-seok
SEUL, 28 aprile - Il comandante del cargo coreano Sewol affondato il 16 aprile 2014, con più di 300 vittime (per lo più studenti in gita), è stato condannato oggo all'ergastolo in appello. Lee Joon-seok, 70 anni, a novembre era stato condannato a 36 anni in primo grado per negligenza e abbandono della nave, ma assolto per omicidio. Il verdetto era stato criticato come troppo mite dai parenti delle vittime. In appello la corte di Gwangju ha riconosciuto anche l'accusa di omicidio, aggravando la pena.
Posta un commento