sabato 2 maggio 2015

NIGERIA, liberate altre donne, ma alcune si schierano con BOKO HARAM



ABUJA, 2 maggio - L’esercito della Nigeria segna un altro passo avanti nella guerra contro gli estremisti di Boko Haram. Sono state infatti liberate altre 234 fra donne e ragazze dalla foresta di Sambisa, roccaforte dei terroristi nel nord-est del paese. Il numero complessivo di donne dichiarate liberate nel corso di questa settimana sale a piu' di 677. La liberazione è arrivata non appena le forze armate nigeriane hanno dispiegato le truppe di terra dopo raid aerei negli accampamenti della foresta di Sambisa che si crede sia l'ultimo avamposto degli estremisti islamici. Secondo qualche racconto alcune donne avrebbero contrastato le truppe dell'esercito, con i militanti di Boko Haram che le avrebbero usate come scudo umano armato. L'esercito ha icomunicato che sta vagliando le ragazze e le donne liberate per capire da quali villaggi provengano. Alcune donne che i soldati stavano cercando di liberare hanno persino sparato contro i loro soccorritori, secondo quanto riferito da un portavoce militare, e cio' farebbe intendere che alcune delle donne potrebbero ormai idendificarsi con Boko Haram, dopo mesi di prigionia e matrimoni forzati. Non e' chiaro se alcune delle donne si siano unite volontariamente a Boko Haram, o se siano componenti di famiglie o combattenti. L'esercito della Nigeria ha diffuso ieri foto di alcune delle ragazze e donne che dice di aver scattato tra martedì e giovedì scorsi nella foresta di Sambisa Forest. Le foto mostrano circa 20 tra donne, ragazzi e bambini che sembrano generalmente in buona salute fisica. Ma almeno uno dei bambini sembra smagrito e altri hanno la capigliatura con una coloritura arancione, segno di malnutrizione.
Posta un commento