sabato 30 maggio 2015

PAKISTAN, rapiscono i passeggeri di 2 autobus e li uccidono: almeno 22 vittime


Arrivano a Mastung le ambulanze con i cadaveri dei passeggeri
La protesta dei parenti davanti alla sede del governatore a Quetta
QUETTA (Pakistan) - Uomini armati in provincia del Balochistan irrequieta del Pakistan hanno attaccato due autobus, uccidendo almeno 22 passeggeri, dopo averli fatti scendere dai mezzi e portati via. I militanti non identificati si erano imbarcati sui veicoli che viaggiavano verso Karachi venerdì sera. Le famiglie delle vittime stanno ora protestando fuori dalla Casa del governatore a Quetta.
Nessun gruppo ha ancora rivendicato l’attacco, avvenuto vicino alla città di Mastung, a sud della capitale provinciale, Quetta. Gli uomini armati indossavano le uniformi delle forze di sicurezza.
Una operazione è stata lanciata quando è scattato l’allarme, e almeno cinque persone sono state salvate, dicono i funzionari.
Tuttavia, il numero dei passeggeri rapiti rimane ancora incerto, ma si parla di almeno 35 e il bilancio delle vittime è dunque destinato ad aumentare. Uno scontro armato è in corso nella zona tra gli attaccanti e le forze di sicurezza.
Gli uccisi erano per lo più di etnia pashtun, nativi del nord Balochistan.
Mentre i separatisti hanno regolarmente attaccato governo e obiettivi militari, gli attacchi contro i pashtun sono una rarità. I funzionari ritengono che questa potrebbe essere una mossa tattica dei ribelli per mettere sotto pressione le forze di sicurezza che hanno recentemente effettuate alcune operazioni “cercare e uccidere” contro i militanti nella regione, che si battono per una maggiore autonomia da Islamabad e per una quota maggiore delle risorse naturali della regione.


Posta un commento