sabato 30 maggio 2015

MOSCA, gravissimo giornalista oppositore di Putin, forse avvelenato



MOSCA, 30 maggio - Un giornalista 33enne, Vladimir Kara-Murza, autorevole oppositore anti Putin con doppia cittadinanza, britannica e russa, versa in gravi condizioni dopo un presunto avvelenamento. Da martedì è ricoverato con i sintomi di una intossicazione ai reni, le cui cause però non sono state ancora accertate. Secondo molti, potrebbe essere stato avvelenato, come l'ex spia del Kgb Aleksandr Litvinenko e come altri oppositori russi. La moglie dell'oppositore ha chiesto che l'uomo sia portato in Europa o in Israele per essere curato, ma suo padre e i medici avrebbero escluso il trasferimento. Kara-Murza ha accusato i primi malori dopo che l'Ong per cui lavora, Open Russia, lanciata dall'ex magnate di Yukos Mikhail Khodorkovski, ha diffuso un film molto critico nei confronti del leader ceceno Ramzan Kadyrov, luogotenente di Putin a Grozny. Il giornalista era anche amico di Boris Nemtsov, altro esponente di spicco dell'opposizione russa, freddato lo scorso febbraio mentre camminava con la fidanzata sul ponte antistante il Cremlino.
Posta un commento