lunedì 5 gennaio 2015

LONG BEACH, neonata rapita, uccisa e buttata in un cassonetto, feriti genitori e zio. Caccia a un sospetto

La bimba rapita e poi uccisa
LONG BEACH, 5 gennaio - E’ stata trovata morta in un cassonetto in California, Eliza Delacruz, la neonata di tre settimane rapita sabato sera dalla sua casa di Long Beach al termine di una sparatoria in cui erano stati feriti suo padre, sua madre e uno zio. Due di loro versano ancora in gravi condizioni. La polizia sta cercando un uomo. Il corpicino è stato scoperto dietro un ristorante sulla Imperial Beach di San Diego County. Gli agenti erano intervenuti dopo l'allarme per una sparatoria avvenuta nella casa di Long Beach. Una volta arrivati, avevano trovato i tre adulti feriti ed erano subito scattate le operazioni di ricerca della piccola, scomparsa dall'abitazione in quel frangente. Nel frattempo, uno dei feriti è stato dimesso dall'ospedale, mentre gli altri sono ancora gravi.
La ricerca del sospettato e della bambina ha avuto inizio poco dopo le 18 di Sabato (ore 3 di domenica in Italia), quando gli ufficiali hanno risposto a una chiamata in una casa nel blocco 100 di West 51st Street a nord di Long Beach. Gli agenti hanno scopertp che la bambina mancava e i suoi genitori e suo zio erano stati feriti.
La madre e lo zio della ragazza sono rimasti in condizioni critiche ma stabili in ospedali della zona , il padre è stato dimesso.
"L'indagine preliminare porta gli investigatori a ritenere che un adulto di sesso maschile sospetto sia fuggito con la bambina subito dopo la sparatoria", prosegue il comunicato. Nessun veicolo è stato visto lasciare la scena del crimine, ha detto la polizia."Anche se poco si sa circa il sospetto, gli investigatori non credono che la sparatoria sia un atto casuale di violenza", ha detto il dipartimento di polizia di Long Beach in un comunicato domenica pomeriggio.


Posta un commento