domenica 25 gennaio 2015

MENTANA, fermati tre romeni per la selvaggia uccisione del medico

Il dottor Lucio Giacomoni, ucciso da tre rapinatori
MENTANA (Roma), 25 gennaio - I carabinieri del Comando provinciale di Roma hanno fermato nella notte 3 cittadini stranieri, romeni, presunti autori dell'omicidio del medico di famiglia in pensione, Lucio Giacomoni, di 71 anni, ucciso nella sua villa a Mentana alle porte di Roma. Nella casa di uno degli stranieri sono stati trovati oggetti rubati nell'abitazione del medico, tra cui un computer. L'uomo avrebbe detto agli investigatori che a darglieli sarebbero stati gli altri due connazionali.
L'omicidio del professionista ha scosso la cittadinanza. Giacomoni era, infatti, molto noto nella cittadina. Nel 1997 si era anche candidato come sindaco nelle liste di centrodestra.

Il sindaco di Mentana, Altiero Lodi, ha scritto al prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro per chiedere di convocare il Comitato per l'Ordine pubblico e la Sicurezza. «I continui episodi di criminalità mi impongono di chiederle un intervento specifico - ha sottolineato nella lettera - .Stiamo, infatti, assistendo ad un drammatico aumento dei furti nelle abitazioni e negli esercizi commerciali accompagnati, troppo spesso, da violenze e omicidi, cui, quotidianamente, si aggiungono sempre più episodi intolleranti di microcriminalità, inciviltà e mancanza assoluta delle più elementari regole di rispetto della cosa pubblica e privata. Le forze dell'ordine presenti sul territorio - prosegue la missiva - non riescono, nonostante l'indiscusso ed encomiabile impegno, a fronteggiare e, soprattutto prevenire vista l'esiguità di numero e le ampie competenze». Per lunedì è stata fissata d'urgenza una seduta del Consiglio comunale straordinaria, congiuntamente al comune di Fonte Nuova, con all'ordine del giorno il tema dell'ordine ordine pubblico e della sicurezza del territorio «alla luce dei gravi episodi di criminalità».
Posta un commento