mercoledì 18 febbraio 2015

APPALTI MILITARI, in carcere ex generale, chiesta interdizione per il viceprefetto di ROMA

ROMA, 18 febbraio -Tangenti e vacanze per pilotare appalti militari dell’Aeronautica e dell’Esercito. Con quest’accusa gli agenti della Guardia di Finanza hanno arrestato quattro persone nell’ambito di un’inchiesta che ha coinvolto complessivamente sedici persone ed ha consentito di acquisire gravi indizi di colpevolezza in ordine alla turbativa di pubbliche gare. Chiesta anche l’interdizione per il vice prefetto di Roma, Tommaso Ricciardi, responsabile della Direzione per le libertà civili e l’immigrazione del Ministero degli Interni. Gli arrestati sono accusati a vario titolo di reati di corruzione, istigazione alla corruzione, truffa aggravata in danno di ente pubblico, rivelazione ed utilizzazione di segreti d’ufficio e turbata libertà degli incanti. In carcere sono finiti Carlo Peluso, generale dell’Aeronautica Militare in pensione, già Capo ufficio progetti del Genio Difesa, e Vincenzo Anzivino, che svolgeva attività di intermediazione tra gli imprenditori e la Pubblica Amministrazione. Sono invece stati disposti gli arresti domiciliari per Giuseppe Guastamacchia, titolare di un’impresa edile e Saverio Quartucci, già colonnello della Aeronautica militare, oggi imprenditore. 
Posta un commento