domenica 27 luglio 2014

UCRAINA, sciacalli hanno rubato cellulari e carte di credito ai morti del'aereo malese


DONETSK - Non solo la tragedia, la morte di una persona cara, ma anche gli sciacalli a rendere ancora più insopportabile il tutto. E' ciò che hanno vissuto alcuni dei familiari delle vittime dell’aereo malese abbattuto da un missile nella regione dell’Ucraina controllata dai ribelli filo russi. Cellulari che ancora squillano, cui rispondono persone con accento est europeo, oggetti rubati che compaiono sul web, carte di credito attiveGirano anche immagini di sciacalli, riporta la Stampa, che tolgono gli anelli dalle dita dei morti. Senza dimenticare sono i furti dei pezzi dell’aereo caduto, per rubare materiali come l’alluminio, che possono essere rivenduti.
Il Daily Mail» ha scritto che Igor Strelkov, uno dei comandanti dei ribelli, ha emesso un decreto per ordinare di portare tutto il "bottino alla sede dell’esercito dell’autoproclamata Repubblica popolare del Donetsk", per donarlo al fondo per la difesa, e finanziare le operazioni militari contro il governo di Kiev. In sostanza i poveri beni rubati alle vittime, usati per pagare i ribelli che li hanno uccisi e magari colpire altri innocenti.
Posta un commento