martedì 29 luglio 2014

GAZA, centrata e incendiata dall’aviazione israeliana l’unica centrale elettrica




GAZA - Bombardata dall'aviazione militare israeliana l'unica centrale elettrica di Gaza. Lo hanno riferito i palestinesi che abitano nelle vicinanze, nel settore centrale della Striscia. Alte nuvole nere di fumo stanno oscurando il cielo sulla cittadina della striscia
Numerosi quartieri di Gaza - mentre si moltiplicano gli attacchi dell'aviazione israeliana - sono senza energia elettrica. Chi puo' sopperisce con piccoli generatori di corrente elettrica ad uso familiare.

Agli oltre 200 mila sfollati di Gaza (su una popolazione di 1,8 milioni) se ne sono aggiunti nelle ultime ore altri 20 mila. Sono gli abitanti dei rioni di Izet Abed Rabbo (vicino al campo profughi di Jabalya) e di Zaitun (a est di Gaza) che la scorsa notte hanno ricevuto da Israele l'avvertimento di abbandonare immediatamente le loro abitazioni. Israele ha avvertito gli abitanti che i loro quartieri potrebbero presto trasformarsi in zone di combattimento con i gruppi armati palestinesi. Alla luce delle battaglie che la settimana scorsa hanno insaguinato Sajaya, Beit Hanun e Khuzaa (Khan Yunes) le minacce israeliano hanno indotto dunque la popolazione di quei rioni a sgomberare velocemente le proprie case. Cio', nonostante che nelle stesse ore numerosi quartieri fossero immersi. Gli sfollati cercano adesso ospitalità da congiunti o riparo in scuole pubbliche. 
Posta un commento