mercoledì 4 giugno 2014

La Repubblica Centrafricana vieta l’uso degli SMS


BANGUI - Le autorità della Repubblica Centrafricana (CAR) hanno vietato l'uso di messaggi di testo di telefonia mobile. La mossa ha lo scopo di contribuire a ristabilire la sicurezza dopo più di un anno di violenze etniche e religiose mortali. Gli utenti di telefonia mobile ricevono un messaggio in francese che dice: "SMS non consentito". La decisione dovrebbe bloccare gli organizzatori di manifestazioni di protesta e scioperi
Il divieto arriva dopo giorni di scontri nella capitale, Bangui, e una campagna che chiede, via SMS, uno sciopero generale. I manifestanti vogliono che il governo di transizione che è salito al potere nel mese di gennaio si dimetta.
"Su indicazione del premier ... al fine di contribuire al ripristino della sicurezza nel paese, l'uso di SMS da tutti gli abbonati di telefonia mobile è sospeso," afferma un comunicato del ministero delle telecomunicazioni.
Secondo il sito web di notizie francese Jeune Afrique, una lettera è stata inviata a quattro operatori di telefonia mobile del Paese ordinando loro di sospendere il loro servizio SMS sms fino a nuovo avviso. Una fonte del governo ha detto all'agenzia di stampa AFP che la sospensione dei messaggi di testo potrebbe durare solo "per alcuni giorni.

L'Unione africana, la Francia e l'Unione europea hannp circa 7.000 soldati nel paese in cui circa il 25% della popolazione ha abbandonato le proprie case.
Posta un commento