venerdì 6 giugno 2014

Killer entra in un'aula e spara all'Università di Seattle: un morto e almeno 3 feriti

SEATTLE - L'aula della sparatoria: in terra la pistola del killer
SEATTLE - I mezzi della polizia all'esterno dell'università
SEATTLE - Paura alla Pacific University di Seattle, nello stato di Washington, dove in seguito a una sparatoria effettuata da un killer solitario in uno degli edifici del campus c' stato un morto e almeno 3 feriti. Uno degli studenti ha poi attaccato il killer con uno spray al peperoncino riuscendo a bloccarlo. L'intervento di altri studenti ha poi contribuito a immobilizzarlo. Jon Meis, ha spruzzato il pepe addosso allo spruzzato il tiratore che si è fermato per ricaricare e lo ha sbattuto a terra. Poi altri studenti e docenti si sono precipitato a tenerlo fermo fino all'arrivo della polizia.
La vittima è uno studente. Almeno altre tre persone - una ragazza di 20 e due ragazzi di 22 e 24 anni - sono ricoverati con ferite gravi. La sparatoria è avvenuta mentre era in corso una lezione nel penultimo giorno di lezione presso l'università che si trova sul lato nord della Queen Anne Hill e dove ci sono 4.270 studenti universitari e laureati.
L'autore della sparatoria ha 26 anni, si chiama Aaron Ybarra, 26 anni, ed è di Mountlake Terrace. Non e' uno studente dell'università ed ha agito da solo. .
Indossava una felpa nera con cappuccio, scarpe da ginnastica skater e jeans, hanno detto testimoni. E' entrato nel foyer della Sala Otto Miller poco prima delle 15:30 di ieri (24.30 di oggi in Italia) e ha sparato a tre persone, ha detto la polizia di Seattle capitano Chris Fowler. Oltre allo studente morto in ospedale, una ragazza di 20 anni, è in condizioni critiche.
Lo studente Chris Howard, 22 anni, era in un'aula quando un amico è entrato con sangue sul collo e ha gridato: "Chiudi la porta dietro di me!". Howard ha preso un kit di primo soccorso e ha messo delle garze sulla ferita dell'amico. Poi è uscito e ha visto la giovane donna prona a terra, il petto coperto di sangue, aiutata da un'altra studentessa. Ha appoggiato la testa della studentessa ferita in grembo e lei ha chiesto di parlare con la sua famiglia. "Pensava che stava per morire", ha detto. Howardha preso il telefono e ha composto i contatti per "mamma" e "zia". Tutto quello che ha ottenuto è stata la posta vocale. L'altra vittima, un uomo di 24 anni, era in condizioni soddisfacenti.
Gli agenti di polizia di Seattle sono andati a casa di Ybarra in Mountlake Terrace nella notte.
Ybarra ha avuto pochi incontri minori con la polizia in passato - per guida in stato di ubriachezza e guida di un veicolo senza assicurazione - ma non è mai stato arrestato per fatti violenti.
"Non ha senso a tutti'', ha detto Zack McKinley, che si è descritto come uno dei più cari amici di Ybarra. Ybarra aveva un nuovo lavoro da poche settimane fa, insaccamento generi alimentari epulizia di un negozio. Dopo aver lottato con una disabilità minore, era felice di avere ottenuto questo impiego..
Non ha mai fatto uso di droghe e non beveva, ha detto McKinley.  Trascorreva il suo tempo a scrivere sceneggiature e romanzi, per lo più storie di avventura. Non pareva depresso.

Posta un commento