martedì 3 giugno 2014

Foggia: fuga di gas, esplosione, 2 giovani coniugi morti, palazzina sventrata

FOGGIA - E' di due morti e di quattro feriti - di cui uno grave - il bilancio della esplosione, provocata probabilmente da una fuga di gas, che si è verificata nella notte in una palazzina a sei piani di via De Amicis 22, nel centro storico di Foggia. Le vittime sono Giuseppina Fiore, di 29 anni, e suo marito Luigi Veneziano, di 37 anni, entrambi di Foggia. I due sono i genitori di uno dei due feriti, un bambino di circa 4 anni che - secondo quanto si è appreso finora - avrebbe riportato alcune fratture. Le sue condizioni non sono gravi. 
Sono invece più serie le condizioni del secondo ferito, un anziano, Antonio Morelli, di 85 anni, che ha riportato gravi ustioni. Gli altri due feriti sono una coppia di coniugi che abita al primo piano dell'edificio. I soccorritori ritengono che sotto le macerie non ci siano altre persone. L'esplosione ha sventrato due appartamenti al piano terra dell'edificio. In uno abitavano le vittime con il loro bambino e nell'altro l'anziano. Sono state gravemente danneggiato altre due abitazioni al primo piano, in una delle quali abitano gli altri due feriti. Decine di auto che erano parcheggiate in strada, nelle vicinanze dell'edificio, sono rimaste danneggiate, alcune distrutte, dall'esplosione.

''Avevamo dato l'allarme ieri. Intorno alle 19.30 ho telefonato all' Amgas dicendo che si sentiva un forte odore di gas, quando sono venuti i tecnici hanno fatto alcuni controlli e hanno detto di stare tranquilli che non c' era nessuna fuga di gas'': è la testimonianza di Salvatore Morese, uno degli inquilini (abita al quinto piano) della palazzina. ''Ieri si sentiva un fortissimo odore di gas e noi - racconta il signor Morese - eravamo tutti allarmati. Ho chiamato l' Amgas e mi hanno detto che sarebbero arrivati di lì a poco, ho aspettato ma non venivano, allora ho richiamato. I tecnici sono arrivati, erano circa le otto di sera, e hanno fatto dei controlli. Mi hanno detto: 'vedi non suona nulla, saranno i fumi della caldaia, invece...''
Posta un commento