martedì 3 giugno 2014

La Cina blocca i siti internet di Google, in vista dell'anniversario di piazza Tienanmen

La famosa immagine dello studente che blocca i cari armati in piazza Tienanmen
PECHINO - Numerosi siti internet di Google sono stati bloccati dalle autorità cinesi in vista del 25esimo anniversario della repressione di piazza Tienanmen. Lo ha reso noto un gruppo di monitoraggio della censura, https://zh.greatfire.org/, secondo il quale da ieri risultano bloccate le versioni oltreoceano di Google, accessibili in Cina dopo che il gigante di internet aveva abbandonato il continente nel 2010 a causa della censura.

"Il blocco è indiscriminato, tutti i siti Google in tutti i paesi, che siano criptati o no, sono stati bloccati in Cina", ha fatto sapere il gruppo. Fra i servizi resi inaccessibili risultano Gmail, le immagini, le ricerche, il servizio di traduzione, insieme a specifiche versioni nazionali delle homepage di Google.

"Il 25esimo anniversario degli incidenti di Piazza Tienanmen sta arrivando. Questo episodio evidenzia un'altra feroce battaglia nella guerra tra l'autorità per la censura in Cina e il flusso d'informazioni", ha spiegato https://zh.greatfire.org/
Posta un commento