martedì 3 giugno 2014

Il Garante: illegittimo lo sciopero Rai. Il sindacato: si fa

ROMA -  L'Autorità di garanzia per gli scioperi nei servizi pubblici essenziali ''ha valutato come non conforme alla legge la proclamazione dello sciopero dei sindacati dei lavoratori della Rai per il prossimo 11 giugno'' spiegando che la proclamazione "non rispetta la regola dell'intervallo di dieci giorni tra due scioperi dello stesso settore". Il 19, infatti, sciopererà già il sindacato Usb.
Ma i sindacati non mollano. "Noi insistiamo, perché le vertenze si fanno così - ha detto il segretario della Cgil, Susanna Camusso -. E' grave sostenere che lo sciopero è umiliante: se cambiano le cose, siamo pronti a discutere". "Il premier Renzi - ha aggiunto il segretario Uil, Luigi Angeletti - si comporta come un pessimo amministratore delegato dell'azienda pubblica Rai"..

Via libera dalle commissioni Bilancio e Finanze del Senato all'articolo 21 del decreto Irpef. Si conferma così il taglio di 150 milioni a carico della Rai. Via libera anche all'emendamento dei relatori che 'salva' le sedi regionali della televisione pubblica e che consente la dismissione di quote di Rai Way e la possibilità di non mantenere Rai World.
Posta un commento