martedì 3 giugno 2014

Due ragazzine colpiscono con 19 coltellate una coetanea, in “omaggio” a un personaggio horror

Slenderman
I soccorsi alla ragazza ferita
Una delle due accoltellatrici davanti al giudice con il suo avvocato
MILWAUKEE (Wisconsin) - L'hanno trascinata in un bosco vicino a Milwaukee, negli Stati Uniti, poi l'hanno colpita con 19 coltellate. Un "sacrificio" a Slenderman, personaggio immaginario di storie horror. Protagoniste della drammatica vicenda sono due ragazzine di 12 anni, arrestate con l'accusa di tentato omicidio volontario, e una loro coetanea, che versa ora in gravi condizioni dopo essere sopravvissuta per miracolo all'aggressione. Nonostante le ferite, la vittima è infatti riuscita a trascinarsi verso la strada più vicina per chiedere aiuto. Lì è stata avvistata da un ciclista che, notando il tanto sangue e le ferite al petto, alle braccia e alle gambe, ha immediatamente chiamato i soccorsi.

Le sue aguzzine, nonostante la giovanissima età, saranno giudicate dal tribunale come persone adulte. Stando a quanto hanno raccontato agli inquirenti, avrebbero deciso di colpire la coetanea per rendere omaggio a questo spaventoso personaggio senza volto, protagonista di molti racconti dell'orrore diffusi sul web. 
Posta un commento