venerdì 12 dicembre 2014

MANAUS, preso stupratore seriale di ragazzine (68 vittime)

Renato Fragata se la ride
MANAUS - Un brasiliano di 30 anni è stato arrestato a Parintins, a 369 chilometri dalla capitale amazzonica Manaus, con l'accusa di aver stuprato 68 ragazze di età compresa tra i 13 e i 17 anni. L'uomo, Renato Fragata, attirava le minorenni in rituali di magia nera, durante i quali serviva loro bevande a base di sangue animale. Facevo loro credere di essere il leader di un gruppo rock. Le indagini sono cominciate dopo le denunce alle forze dell'ordine della preside di una scuola comunale a Iranduba, insospettita dallo strano comportamento di alcune alunne, che avevano cominciato improvvisamente ad abbigliarsi in stile "gotico". 
L'uomo convinceva le ragazze a dormire con lui in cambio di regali costosi. La serie di crimini è iniziata nel 2013 a Parintins. Lì, secondo la polizia, il sospetto ha violentato più di 50 ragazze. Dopo essere stato sottoposto a cinque indagini e incredibilmente rilasciato, sarebbe tornato ad agire a Iranduba tre mesi fa, dove ha commesso 12 reati. La polizia sta ancora indagando su altri sei casi a Iranduba. Il 4 dicembre, Renato Fragata è stato arrestato a Parintins con un mandato di arresto emesso dal giudice Rosalia Guimarães.

Nel corso di una conferenza stampa iil delegato Paul Mavignier ha detto: “Ha contattato le vittime nelle scuole e le ha poi portate a casa sua e nei cimiteri. Dopo aver detto che aveva una rock band e che potevano farne parte, avrebbero dovuto soddisfare alcuni requisiti tipo duelli o bere sangue animale di gatto e di capra. Per saltare queste condizioni, le vittime dovevano fare sesso con lui”. Secondo il delegato, il sospetto aveva ancora un gruppo chiuso su un social network dove ha pubblicato le foto dei rituali”. Ha aggiunto che altre ragazze possono essere ulteriori vittime . L’arrestato risponderà di stupro, corruzione di minori e di aver visualizzato le immagini di adolescenti su Internet.
Posta un commento