lunedì 29 dicembre 2014

Il ministro LUPI: possibili 38 dispersi nell'incendio del traghetto. I morti saliti a 8

ROMA, 29 dicembre - Nel pomeriggio, durante una conferenza stampa congiunta, il ministro della Difesa Roberta Pinotti e il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, hanno spiegato che al momento i dispersi risultano 38, 8 le persone morte, 427 i passeggeri salvati. Secondo quanto riferito dalle autorità italiane, non è possibile al momento stabilire il numero preciso dei dispersi, in quanto non c’è sicurezza sui numeri della lista passeggeri indicata inizialmente con 468 nomi: «Può esistere un margine di errore, da qui non siamo in grado di stabilirlo», ha ribadito il ministro Lupi. Ad una domanda dei giornalisti sulla eventuale presenza di clandestini a bordo, la Guardia costiera fa sapere che «sono in corso accertamenti» e che «tra le persone recuperate ci sono nomi che non sono nella lista».

Uomini picchiavano donne e bambini per salire sugli elicotteri

"E' stato allucinante perché i militari portavano prima bambini, donne e anziani al livello dove potevano salire sull'elicottero, ma c'erano uomini, che li picchiavano, tiravano loro i capelli e li buttavano fuori per prendere il loro posto". Il racconto è del soprano Dimitra Theodossiou, salvata dalla Norman Atlantic.
Posta un commento