lunedì 29 dicembre 2014

I legali della famiglia Orlandi chiedono che Agca sia trattenuto in Italia


Agca si avvia alla tomba del papa Giovanni XXIII
ROMA, 29 dicembre - I legali di Pietro Orlandi, Massimo Krogh e Nicoletta Piergentili, hanno depositato in Procura a Roma una istanza con la quale chiedono che Ali Agca non sia espulso, ma sia trattenuto in Italia per motivi di giustizia e sia sentito sul caso di Emanuela Orlandi, la ragazza, cittadina vaticana, scomparse nel 1983.
Posta un commento