domenica 1 giugno 2014

Scambio di prigionieri, libero dopo 5 anni soldato americano catturato dai talebani in Afghanistan

Il soldato Bowe Bergdahl prigioniero dei talebani
WASHINGTON -  Il presidente Barack Obama, affiancato dai genitori di sergente Bowe Bergdahl alla Casa Bianca ha elogiato gli ufficiali e i che hanno contribuito ad assicurare la liberazione del soldato americano tenuto prigioniero per quasi cinque anni dai militanti durante la guerra in Afghanistan.
Bergdahl è stato rilasciato in cambio di cinque detenuti di Guantanamo, hanno detto i funzionari..
L’unico soldato americano rimasto prigionieri durante i conflitti in Iraq e Afghanistan, è stato recuperato dalle forze speciali americane senza incidenti circa alle 16:30 ora italiana di ieri in un punto dell’Afghanistan orientale, vicino al confine con il Pakistan. C'erano 18 membri armati talebani presenti.
Una volta saliti su un elicottero americano, Bergdahl, 28 anni, usando un piatto di carta per comunicare a causa del rumore, ha scritto, "SF?" che significa, "le forze speciali?" Uno degli operatori seduto con Bergdahl a risposto a gran voce: "Sì, ti abbiamo cercato per un lungo periodo di tempo". Bergdahl è scoppiato a piangere.
Il Segretario della Difesa Chuck Hagel ha detto di aver informato il Congresso della decisione di trasferire i cinque detenuti  di Guantanamo Bay in Qatar in cambio di Bergdahl.
I talebani afghani hanno rilasciato una dichiarazione sul loro sito nel quale annunciano "con grande felicità e gioia" lo scambio di Bergdahl con cinque dei suoi alti dirigenti imprigionati.
La lunga strada verso la libertà iniziò per Bergdahl con la sua cattura il 30 giugno 2009, nella provincia di Paktika in Afghanistan, dove era stato schierato con la Divisione di fanteria 25.
Il soldato scomparve dopo aver terminato un turno di guardia in un avamposto di combattimento.
Erano circa le 04:30 quando fu segnalato il rapimento e i suoi compagni iniziarono una ricerca a tutto campo per trovarlo. Ma non c'era traccia del soldato. Secondo i rapporti, le conversazioni radio tra sospetti militanti raccolti da aerei da ricognizione statunitense confermaromo che era stato catturato.
Negli anni successivi, ci furono video clip occasionali rilasciati dai suoi rapitori. I cosiddetti video proof-of-life mostravano il soldato scarno e spettinato. Il governo degli Stati Uniti ha riconosciuto nel maggio 2012 che era stato impegnato in colloqui diretti con i talebani per liberare Bergdahl. I talebani, poi, secondo i funzionari, avevano interrotto i colloqui. E per più di anno, calò il silenzio sul soldato. Poi, nel novembre 2013, i talebani segnalarono di essere pronto a parlare. In cambio, gli Stati Uniti chiesero una prova di vita, che arrivò in dicembre con un video,  il primo in tre anni che mostravano gli effetti  che anni di prigionia avevano avuto sul soldato, apparso smunto e malato.
I negoziati iniziarono seriamente la scorsa settimana, con il Qatar traghettatore dei  messaggi tra i funzionari degli Stati Uniti e talebani.
E 'culminato in Doha, con l'accordo che prevedeva la consegna di Bergdahl in cambio di cinque detenuti di Guantanamo.
Mentre i combattenti talebani si dirigevano con Bergdahl verso un punto di incontro concordato in Afghanistan, dall'altra parte del mondo funzionari Qatar erano in attesa del rilascio dei cinque detenuti .
Era tardo pomeriggio di sabato in Afghanistan,quando Bergdahl circondato dai  18 combattenti talebani è stato portato al punto di incontro.
Lì, in attesa, erano commandos americani. In aria giravano elicotteri.
Lentamente, Bergdahl si è diretto verso i commandos ed è salito a bordo di un elicottero diretto a Bagram Air dove è stato sottoposto alle prime cure.
I cinque detenuti di Guantanamo sono stati rilasciati in Qatar. Gli Stati Uniti hanno "garanzie adeguate" che il Qatar sarà in grado di trattenerli lì, con divieto di andarsene, per un anno. Un aereo della US Air Force con i talebani a bordo  ha lasciato la base US Navy a Cuba nel pomeriggio di sabato.
Sabato sera, Bergdahl è stato imbarcato su un volo militare da Bagram al  Landstuhl Regional Medical Center in Germania.
Gli Stati Uniti ritengono che Bergdahl sia stato tenuto per la maggior parte della sua prigionia in Pakistan, ha detto il funzionario. Non è chiaro quando sia stato spostato in Afghanistan.

I
Posta un commento