giovedì 5 giugno 2014

Carceri sovraffollate: l’Ue promuove l’Italia “al primo esame”



STRASBURGO - L’Italia promossa al primo esame del comitato dei ministri del Consiglio d’Europa sulla risoluzione del problema del sovraffollamento carcerario. Nella decisione adottata oggi il comitato dei ministri UE ha riconosciuto i “significativi risultati” già ottenuti dall’Italia. Nella decisione del comitato dei ministri sulla esecuzione della sentenza Torreggiani, con cui la Corte Europea dei diritti umani aveva condannato un anno fa l’Italia, si legge che il comitato riprenderà in esame la questione “al più tardi nella sua riunione del giugno 2015” quando farà un esame approfondito sui progressi fatti. L’organismo di Strasburgo “riconosce l’impegno che le autorità italiane hanno messo nel risolvere la questione del sovraffollamento carcerario e i risultati significativi già ottenuti attraverso l’introduzione di varie misure strutturali”. Il comitato “prende inoltre nota che l’Italia ha introdotto, entro i limiti di tempo imposti dalla sentenza Torreggiani, un rimedio preventivo”.
Posta un commento