lunedì 10 novembre 2014

NIGERIA, Boko Haram all'attacco: kamikaze si fa esplodere in una scuola, 47 ragazzi uccisi



POTISKUM (Nigeria) -  Almeno 47 persone, la maggior parte studenti, sono stati uccisi da un attentatore suicida con addosso la divisa da studente alle 7.50 (8.50 in Italia) in una scuola nel nord-est della città nigeriana di Potiskum nello stato di Yobe. L’esplosione è avvenuta durante un’assemblea degli studenti, prima dell’inizio delle lezioniNessuno ha subito rivendicato l'attentato in un territorio che è stato più volte colpito dai ribelli musulmani sunniti di Boko Haram.
Mariam Ibrahim, docente pressola Scuola secondaria (GSS) in Potiskum ha detto alla Reuters che la bomba è esplosa mentre lei stava arrivando e gli studenti stavano avendo il loro consueto briefing mattutino.
Il pronto Soccorso del General Hospital, che si trova a soli 100 metri di distanza dalla scuola, ha ricevuto 35 corpi e 79 feriti, ha detto un funzionario alla Reuters. "Ci sono molti dei feriti che sono gravissimi e sono sicuro che il bilancio delle vittime alla fine aumenterà", ha detto un insegnante.
Boko Haram, il cui nome significa "l'educazione occidentale è peccato" nella lingua locale Hausa, ha preso di mira le scuole, rapito studentesse e ucciso migliaia di persone nella sua campagna per creare uno stato islamista. Potiskum, il centro commerciale dello stato di Yobe, è stato più volte oggetto di attacchi mortalidi Boko Haram.
Proprio la scorsa settimana, almeno 15 persone sono state uccise in un attacco suicida durante una cerimonia religiosa sciita in città.
Yobe è uno dei tre stati del nord-est che è stata sotto lo stato di emergenza dal maggio dello scorso anno per cercare di sedare la rivolta sanguinosa.
Ma la violenza è continuata senza sosta e Boko Haram ha sequestrato almeno due dozzine di città e villaggi negli ultimi mesi, aumentando i timori di incapacità del governo di controllare la regione.
Posta un commento