martedì 11 novembre 2014

ESONDANO nella notte due torrenti, CHIAVARI sommersa, due anziani dispersi, due salvate sotto le maceria di una villetta





CHIAVARI -Liguria di nuovo in emergenza per una nuova alluvione. Frane, allagamenti, due donne di cui una incinta salvate in extremis, due anziani dispersi. E' il bilancio di una notte di pioggia intensa e temporali che si sono abbattuti sul levante ligure e in particolar modo sul Tigullio. Tutto è iniziato ieri sera, poco dopo le 22, quando un violento nubifragio si è abbattuto su Chiavari, che al momento è rimasta senza acqua potabile per problemi all'acquedotto dopo l'alluvione. Alle 22,30 il torrente Entella, lo Sturla e il rio Rupinario esondano quasi in contemporanea a Carasco e ChiavariSommerso il centro storico e la stazione ferroviaria, chiusi i sottopassi dove l'acqua ha raggiunto i 3 metri.  Frane si verificano in tutto il territorio, una di queste interrompe la ferrovia tra Chiavari e Zoagli. A Chiavari una decina di persone è stata salvata dai sommozzatori dei vigili del fuoco che con speciali gommoni da rafting hanno passato al setaccio le vie del  centro invase dalle acque. Poco dopo la mezzanotte una frana si abbatte su una palazzina a Carasco: i vigili del fuoco troveranno, dopo due ore di angoscia, due donne date per disperse, una delle quali incinta: stanno bene, ma sono sotto choc. All'alba la situazione è ancora critica nel chiavarese dove sono caduti oltre 200 mm di pioggia. Risultano altri due dispersi in una seconda frana caduta a Leivi, a poche centinaia di metri dall'altro smottamento che ha travolto la casa delle due donne. In via Monte Gazzo una enorme massa di sassi e fango ha completamente travolto una villetta dentro la quale, presumibilmente, si trovavano una coppia di anziani coniugi.  Intanto, con le prime luci dell'alba l'acqua lentamente defluisce dal centro storico di Chiavari. Il temporale si sposta verso Ponente, Situazione critica anche a Rapallo e Genova, a Genova non solo per le piogge, una tromba d'aria con venti fino a 100km/h ha fatto cadere una trentina di container. Piogge copiose anche nel Savonese, a Rapallo dalla mezzanotte superati i 110mm.
Toscana: Interessata soprattutto la Toscana settentrionale in particolare Lucchesia e Livornese con accumuli dalla mezzanotte fino a 90mm. Fortunatamente il carrarese ha avuto apporti pluviometrici minori, non oltre i 50mm. Non si segnalano particolari criticità.
Emilia: Lo stesso sistema temporalesco responsabile dell'alluvione di Chiavari ha raggiunto anche la provincia di Parma con accumuli fino a 70mm in Appennino. Sorvegliati speciali il fiume Taro e il Torrente Baganza per il timore di un'esondazione
Lombardia: forti precpitazioni nella tarda serata di ieri con accumuli anche prossimi ai 100mm nel Bresciano a fino a 50mm in Pianura. Nel corso della notte la situazione è leggermente migliorata ma continua a piovere un po' ovunque seppur non in modo forte.
Piemonte: Più interessati il Biellese, il Novarese ed il Vercellese con apporti pluviometrici fino a 40mm, meno il Cuneese dove non si superano dalla mezzanotte i 20mm. Moderata criticità in provincia di Alessandria per il rischio di piene improvvise, locali dissesti e situazioni alluvionali. Scuole ancora chiuse a Gavi e Stazzano, nell'Alessandrino, sono segnalati disagi alla circolazione anche in provincia di Verbania, dove per il rischio frane è chiusa la provinciale in valle Strona, tra Canova e Prelo. In aumento il livello dei fiumi.
Sardegna: forti temporali hanno interessato soprattutto il versante orientale dell'Isola. caduti fino a 70mm nell'Ogliastra, 30mm nel Nuorese e 25mm nel Cagliaritano ma continua a piovere a tratti anche forte sulle province meridionali.
Posta un commento