giovedì 11 giugno 2015

CROTONE, litiga con la moglie malata e la uccide spezzandole il collo



CROTONE, 11 giugno - Un pensionato, il 63enne Antonio Diano, ha ucciso la moglie, la 44enne Virginia Macchione, spezzandole l'osso del collo al culmine di una lite. L'omicidio è avvenuto nell'abitazione della coppia a Belvedere Spinello, nel Crotonese. Virginia Macchione aveva da tempo problemi psichici, una condizione a causa della quale aveva frequenti liti con il marito; l'uomo, che ha confessato l'omicidio, è stato fermato. L'omicida e la moglie vivevano in condizioni di grave indigenza e l’ultima lite è finita in tragedia nella casa  in via Umbria. Dopo aver ritrovato il cadavere della donna, i militari hanno convocato Diano in caserma. Il pensionato ha dapprima negato ogni responsabilità, ma nel corso dell'interrogatorio è crollato e ha confessato: ora è accusato di omicidio volontario aggravato.
Tutto è iniziato l'altra mattina, alle 7,15, quando l'uomo ha contattato il suo legale, l'avvocato Rosario Macrì, che è anche il sindaco del paese, per avvisarlo che sua moglie era appena morta. Ictus, s'era pensato in un primo tempo. Ma a insistere perché venisse eseguito un esame esterno del cadavere è stata il medico curante della donna, Domenica De Matteis. Perché la donna stava bene. 
Una morte a soli 44 anni desta, infatti, molti interrogativi. E proprio nel giorno in cui avrebbero dovuto essere celebrati i funerali è arrivata la comunicazione ai carabinieri, da parte del medico legale Massimiliano Cardamone, che ha compiuto un'ispezione sul cadavere presso l'obitorio di Crotone, di una frattura a un polso e, soprattutto, della frattura del rachide cervicale. I carabinieri, a quel punto, hanno voluto vederci chiaro e hanno interrogato Diano che, a poco a poco, ha ammesso tutto, precisando però di aver inteso aiutare la donna a sistemarsi nel letto, di non aver avuto volontà di uccidere. Ma quelle fratture non hanno una chiave di lettura diversa da un omicidio, secondo i carabinieri. La vicenda è maturata in un contesto familiare difficile. Marito e moglie sono entrambi invalidi. 
Posta un commento