giovedì 11 giugno 2015

BENTORNATA, Samantha




Samantha Cristoforetti è tornata a terra dopo 200 giorni nello spazio: la Soyuz è atterrata puntualmente nella steppa del Kazakhstan. Con l'astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) sono rientrati i suoi compagni di equipaggio, l'americano Terry Virts e il russo Anton Shkaplerov. L'atterraggio è avvenuto senza problemi e subito i veicoli di supporto hanno raggiunto la Soyuz per aiutare gli astronauti ad uscire: Samantha è stata la seconda, pochi minuti dopo l'atterraggio, frastornata, ma sorridente.
Il comandante della Soyuz, Anton Shkaplerov è stato l'ultimo ad uscire dalla navetta, aiutato dal personale di soccorso, mentre il primo è stato l'americano Terry Virts. 
Si conclude dunque la missione Futura, la seconda di lunga durata dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi).

"Bentornata @astrosamantha. Siamo molto orgogliosi di lei, capitano. L'aspettiamo presto in Italia". Così il presidente del Consiglio Matteo Renzi saluta il rientro sulla terra di Samantha Cristoforetti dopo 200 giorni sulla Iss. Il premier invia all'astronauta un messaggio su Twitter e rilancia la foto dell'atterraggio diffusa dall'Esa.
"L'aspetto al Quirinale per manifestarle, da parte di tutta la comunità nazionale, sentimenti di profonda stima e gratitudine. Ben tornata a casa, Samantha". Si chiude così il messaggio che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha inviato al capitano Samantha Cristoforetti per celebrare il rientro dell'astronauta italiana sulla Terra dopo la lunga missione nello spazio.
Posta un commento