venerdì 1 agosto 2014

Trovata decapitata in un burrone in Svizzera l'avvocatessa di Milano scomparsa dall'Alto Adige

Corinne Schiutterle
BOLZANO - Era scomparsa l'11 giugno dall'albergo in Alto Adige in cui stava trascorrendo le vacanze in compagnia dei suoi due cani. E' stata ritrovata in un dirupo senza testa. Il cadavere di Corinne Schutterle, avvocatessa tedesca che viveva a Milano, era in stato di decomposizione sul fondo di un crepaccio tra i monti del Bernina, in Svizzera.
La donna era all'hotel Edelweiss di Curon, in provincia di Bolzano, e l'11 giugno era uscita a bordo della sua auto, una Toyota Auris. Da allora di lei si sono perse le tracce. Solo ora la polizia svizzera ha rinvenuto un cadavere che dovrebbe essere il suo. Accanto, anche il corpo di uno dei suoi due cani. 
I carabinieri di Silandro avevano dato il via alle ricerche dopo la denuncia presentata dal proprietario dell'albergo. Ma le indagini sono rimaste senza esito, fino alla scoperta degli agenti elvetici.
Posta un commento