venerdì 1 agosto 2014

GAZA, tregua cominciata e subito finita. Si spara e si muore


GAZA - Fonti mediche di Gaza riferiscono che decine di palestinesi sono rimasti uccisi e circa duecento sono rimasti feriti nel fuoco dell'artiglieria israeliana, in risposta a colpi di mortaio sparati da miliziani della Striscia usciti da un tunnel. Lo riporta l'agenzia Maan. Per Israele la tregua è finita: lo hanno detto fonti ufficiali israeliane citate da Radio Gerusalemme. Secondo un tweet di un giornalista di Haaretz, il governo avrebbe informato l'inviato dell'Onu nella zona Robert Serry che l'interruzione dell'azione militare è a questo punto da considerarsi finita.
Il sito di Hamas, ripreso da Haaretz, riferisce che quattro palestinesi sono stati uccisi e 20 feriti da colpi dall'artiglieria israeliana nei pressi di Rafah, nel sud della Striscia. Sono i primi morti segnalati dopo l'inizio della tregua di stamattina. In precedenza un colpo di mortaio era caduto presso Kerem Shalom, sud d'Israele. ''Una volta ancora Hamas e le altre organizzazioni terroristiche a Gaza hanno violato il cessate il fuoco per il quale si erano impegnate davanti al segretario di stato Kerry e al segretario generale dell'Onu''. Lo afferma una fonte ufficiale dell'ufficio del primo ministro israeliano.
Israele e Hamas avevano raggiunto ieri sera un accordo per un cessate il fuoco umanitario di almeno 72 ore a Gaza. Gli Stati Uniti e l'Onu in un comunicato congiunto avevano affermato di aver ricevuto assicurazioni da tutte le parti per un cessate il fuoco incondizionato durante il quale ci sarebbero state trattative per una tregua più duratura.
Posta un commento