venerdì 26 settembre 2014

OKLAHOMA: licenziato, decapita una collega (e aveva fatto proselitismo per l’Islam)

Il pianto dei colleghi della donna decapitata
MOORE (OKlahoma) - Orrore a Moore, in Oklahoma, dove un uomo, Alton Nolan di 30 anni, ha decapitato una collega dopo una lite e dopo essere stato licenziato e ha tentato di ucciderne un'altra prima di esser fermato a colpi di pistola. La terribile violenza è avvenuta in un'azienda alimentare. Nolan è ora piantonato in ospedale. E' in gravi condizioni, ma non sarebbe in pericolo di vita, così come la donna rimasta ferita. L'azione non sembrerebbe legata al terrorismo islamico. Ma Nolen recentemente aveva cercato di convertire i colleghi all'Islam, ha detto il sergente Lewis del Dipartimento di Polizia, citando interviste degli investigatori a testimoni, il che lo ha spinto a chiedere all'FBI aiuto per indagare a fondo sull'uomo.
L'incidente è avvenuto presso l'impianto di trasformazione alimentare Vaughan Foods a Moore, a circa 10 miglia a sud di Oklahoma City.
Il Chief Operating Officer della società, Mark Vaughan ha ferito Nolen, ha detto Lewis; Vaughan è un vicesceriffo della  riserva.
Nolen e la vittima superstite stati ricoverati in ospedale. Entrambi sono in condizioni stabili.
Posta un commento