lunedì 29 settembre 2014

EMILIA ROMAGNA, Bonaccini vince le primarie Pd. Flop affluenza

Stefano Bonaccini
BOLOGNA - Stefano Bonaccini ha vinto con il 60,93% le primarie del centrosinistra in Emilia Romagna, ma sulla consultazione pesa il flop affluenza, con un numero di votanti inferiore agli iscritti del Pd. E questo il verdetto delle primarie che hanno incoronato il segretario regionale uscente del Pd a candidato per la presidenza della Regione in vista delle elezioni del 23 novembre.
Terminati gli scrutini degli 800 seggi allestiti su tutto il territorio regionale, Bonaccini ha ottenuto il 60.93% delle preferenze (pari a 34.751 voti) contro il 39.07% del suo sfidante Roberto Balzani, ex sindaco di Forli' ( 22.285 voti). Sotto le attese l'affluenza alla competizione democratica che ha visto 58.119 cittadini alle urne. Un numero decisamente basso se si considera che in Emilia Romagna alle primarie nazionali hanno votato circa 400mila persone e che, nella regione, gli iscritti del Pd sono 75mila.
"Questo e' il primo tempo, la cosa piu' importante e' il risultato finale": il vincitore delle primarie del centrosinistra, Stefano Bonaccini, ha gia' lo sguardo rivolto alle elezioni del prossimo 23 novembre per eleggere il nuovo presidente della Regione Emilia Romagna. "Finalmente - ha detto il segretario regionale uscente del Pd - avremo quasi due mesi per fare una campagna elettorale vera che e' quella nei confronti degli avversari, dalla destra al Movimento 5 Stelle. 

Adesso bisogna che ci mettiamo insieme tutti, come Partito democratico e con gli alleati che vorranno stare in coalizione, e ci presenteremo come coloro che vogliono continuare a governare questa regione e cambiarla. Faremo - ha concluso Bonaccini - un grande lavoro, da Piacenza a Rimini, che partira' dai territori".
Posta un commento