domenica 5 ottobre 2014

IGUALA (Messico): trovata fossa comune con molti corpi. Forse sono i 43 studenti “rapiti” dalla polizia 8 giorni fa

IGUALA - La polizia nel luogo della fossa comune
IGUALA (Messico) - Una fossa comune è stata trovata alla periferia della città messicana di Iguala, dove 43 studenti sono scomparsi il 27 settembre.
Non è chiaro se i corpi trovati siano quelli degli studenti scomparsi, che erano erano stati visti l'ultima volta su furgoni della polizia. Il gruppo era arrivato nella zona, nello stato di Guerrero, per partecipare ad una protesta per i diritti degli insegnanti rurali. La polizia aveva aperto il fuoco sui loro autobus, uccidendo sei persone. Testimoni avevano poi detto che la maggior parte dei sopravvissuti - tutti studenti - sono stati caricati nei furgoni della polizia prima di scomparire. Ventidue agenti di polizia sono sotto indagine per la sparatoria.
Iguala si trova a circa 200 km a sud della capitale Città del Messico. La fossa è stata scoperta ieri alle 11, a seguito di una segnalazione anonima.
Non si sa esattamente quanti corpi contenga. Il pubblico ministero Inaky Blanco ha detto che esperti forensi stavano cercando di identificare le vittime.

I procuratori statali hanno detto che  funzionari locali e agenti di polizia potrebbero avere legami con gruppi criminali che operano nello stato di Guerrero. Mandati di arresto sono stati emessi per il sindaco di Iguala, Jose Luis Albarca e il suo capo della sicurezza, che sono entrambi latitanti e considerati dalla giustizia coinvoli nella violenza. Il fatto di ieri ha evidenziato la portata della collusione tra i gruppi criminali e funzionari in gran parte del paese.
Posta un commento