venerdì 10 ottobre 2014

MESSICO, preso Vicente Carrillo “el viceroy”, boss del cartello della droga di Juarez

Vicente Carrillo Fuentes si avvia all'elicottero che lo porterà in carcere
CITTA’ DEL MESSICO - Nuovo colpo inferto ai potentissimi narcos messicani dalla polizia. E' stato arrestato il boss del cartello della droga di Juarez, Vicente Carrillo Fuentes, conosciuto come "El Viceroy" (il vicere'), la cui banda è una delle protagoniste di sanguinosi scontri tra rivali per il controllo del territorio. Fuentes è stato bloccato dalla polizia, senza la necessità di sparare un colpo, mentre era a bordo della sua auto nei pressi di Torreon nello stato del Cohauila, uno dei più importanti centri industriali del Paese  a 1000 chilometri a nord di Città del Messico. Il boss si stava dirigendo a New San Isidro, ma è finito in un posto di blocco allestito dalla polizia che lo stava controllando. Aveva una patente faldsa, ma è stato subito riconosciuto. Assieme a lui è stato arrivato il suo guardaspalle, José Dimas.
In Messico il cartello di Jarez è una delle sette organizzazioni più potenti del narcotraffico. Originario dello stato di Sinalosa, Vicente Carrillo era diventato leader del cartello nel 1997 alla morte del fratello Amado, noto come “il Signore dei cieli”, deceduto durante un intervcento di chirurgia plastica. Conosciuto anche come “il Generale” o “Andrew”, Vicente aveva sostenuto una guerra contro il cartello di Sinaloa e aveva recentemente avuto contatti con i cartelli Zeta e Jalisco New Genersation,al fine di avere alleati nel conflitto. Era ricercato anche negli Stati Uniti per accuse che vanno da traffico di droga a riciclaggio di denaro e omicidi ed è nella lista nera del Dipartimento del Tesoro.

Il 2 ottobre era stato arrestato un altro super-boss, Hector Beltran Leyva, capo di una delle più potenti organizzazioni dal 2009, mentre nel febbraio scorso era stato arrestato nel porto di Mazatlan il boss piu' ricercato nel Paese: Joaquin "El Chapo" Guzman.
Posta un commento