sabato 4 ottobre 2014

USA: l’enterovirus 68 uccide o paralizza i bambini

NEW YORK -I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) ha confermato un'altra morte forse legato all’enterovirus 68. Un bambino in età prescolare del New Jersey, che è morto la settimana scorsa, è risultato positivo per la malattia.
Almeno altri quattro pazienti, che sono risultati positivi per l'enterovirus 68, sono morti, secondo i CDC. Tuttavia, i funzionari della sanità del governo stanno ancora indagando se il virus ha svolto un ruolo nella loro morte.
Un’altra bambino di Rhode Island è morto la settimana scorsa da una combinazione di infezioni batteriche e virali. IL Dipartimento della Salute  ha detto LA BIMBA, 10 ANNI, è morta di Staphylococcus aureus sepis "associato a" enterovirus 68.
Il bambino del New Jersey, dI Hamilton nella contea di Mercer, è il primo decesso nello Stato che coinvolge l’enterovirus 68. "I nostri pensieri rimangono con la famiglia in questo momento molto difficile", ha detto il commissario alla salute Mary O'Dowd. "Mentre il bambino è risultato positivo per EV-D68, la causa della morte non è ancora stata determinata e non è chiaro se lìenterovirus  ha svolto un ruolo diretto o è stato un fattore che ha contribuito alla sua morte."
La malattia respiratoria è sospettato di bambini di almeno 43 stati, secondo il CDC. Il virus spesso inizia simile ad un comune raffreddore con i pazienti di solito lamentano  tosse o un naso che cola. In rari casi i problemi respiratori possono diventare gravi, in particolare per i pazienti asmatici.

In Colorado, CDC e autorità sanitarie locali stanno indagando se la debolezza degli arti e paralisi riportati da nove bambini sia stato associato con l'enterovirus 68.
Posta un commento