mercoledì 8 ottobre 2014

GALAN chiede il patteggiamento. La Procura favorevole ai domiciliari



VENEZIA - I legali di Giancarlo Galan, arrestato il 22 luglio nell'ambito dell'inchiesta sul Mose, hanno chiesto il patteggiamento a 2 anni e 10 mesi di reclusione e una confisca per 2,6 milioni di euro. L'istanza è stata presentata alla procura di Venezia. I difensori hanno inoltre chiesto i domiciliari per l'ex governatore veneto. La proposta è stata accolta dalla procura e inviata al Gip per la decisione.
Posta un commento